The IDM PoV about new model for Eco building

(Only Italian)

idm-logo

Una grande storia altoatesina e l’esperienza di una selezione di aziende ad alto tasso d’innovazione rappresentative dell’Italia intera. Al centro del confronto, un nuovo modello di edilizia capace di guardare all’ambiente e di puntare tutto sulla ricerca e le tante possibilità che l’ecosistema Alto Adige può offrire a chi cerca di fare impresa in un modo differente. È questo, in poche righe, il senso della tavola rotonda promossa da IDM alla Dreamfactory di Milano a inizio giugno. Ospite d’onore dell’incontro moderato da Emil Abirascid, il cofondatore e Ceo di Airlite, Antonio Cianci, che ha raccontato ai partecipanti – imprenditori e professionisti del settore edilizia – il valore aggiunto rappresentato dal sistema Alto Adige. «Ci siamo sentiti fin dall’inizio sostenuti e accompagnati – ha raccontato Cianci – in ogni aspetto del nostro fare impresa: dall’individuazione degli spazi al sostegno nella ricerca, senza contare l’innegabile plus del trovarsi in un luogo che per la sua stessa natura sa offrire ispirazione senza sosta».

Decisamente interessato all’esperienza di Airlite, come pure alla presentazione dell’ecosistema Alto Adige curata da Petra Seppi, Investment Consulting & Promotion IDM, si è dimostrato Fabrizio Chiara, fondatore di ILOOXS, azienda produttrice di pannelli solari evoluti, capaci di “camuffarsi” in superficie tanto da sembrare invisibili. «Il modello di Vertical innovation proposto dall’Alto Adige – ha raccontato Chiara – significa tante cose, ma secondo me è soprattutto un invito a specializzarsi su verticalità specifiche, su mercati ben definiti ai quali offrire prodotti unici». Guarda in alto anche Luca Gentilcore di Leapfactory, azienda che progetta e realizza edifici ad alta efficienza e basso impatto: «Vertical Innovation – spiega – è un’immagine che per noi, che veniamo dalle montagne tra Piemonte e Valle d’Aosta, significa tantissimo. Le montagne sono il nostro laboratorio: le condizioni estreme, il dialogo con una natura forte e incontaminata ci aiutano a creare prodotti di eccellenza assoluta». Dalla Puglia arriva invece l’esperienza di Gemanco Design, azienda di Modugno (Bari) che produce mosaici e rivestimenti in resina ad altissimo livello di personalizzazione: «Il concetto di Vertical Innovation – racconta la sales manager Romina Ripani – rappresenta una sfida chiara: quella a non smettere mai di fare ricerca e sviluppo, a guardare sempre un po’ più in alto e a offrire prodotti sempre nuovi al mercato».
Vertical Innovation. IDM Sud Tirol AltoAdige. 14 Giugno 2016

Un nuovo modello di edilizia secondo IDM

idm-logo

Una grande storia altoatesina e l’esperienza di una selezione di aziende ad alto tasso d’innovazione rappresentative dell’Italia intera. Al centro del confronto, un nuovo modello di edilizia capace di guardare all’ambiente e di puntare tutto sulla ricerca e le tante possibilità che l’ecosistema Alto Adige può offrire a chi cerca di fare impresa in un modo differente. È questo, in poche righe, il senso della tavola rotonda promossa da IDM alla Dreamfactory di Milano a inizio giugno. Ospite d’onore dell’incontro moderato da Emil Abirascid, il cofondatore e Ceo di Airlite, Antonio Cianci, che ha raccontato ai partecipanti – imprenditori e professionisti del settore edilizia – il valore aggiunto rappresentato dal sistema Alto Adige. «Ci siamo sentiti fin dall’inizio sostenuti e accompagnati – ha raccontato Cianci – in ogni aspetto del nostro fare impresa: dall’individuazione degli spazi al sostegno nella ricerca, senza contare l’innegabile plus del trovarsi in un luogo che per la sua stessa natura sa offrire ispirazione senza sosta».

Decisamente interessato all’esperienza di Airlite, come pure alla presentazione dell’ecosistema Alto Adige curata da Petra Seppi, Investment Consulting & Promotion IDM, si è dimostrato Fabrizio Chiara, fondatore di ILOOXS, azienda produttrice di pannelli solari evoluti, capaci di “camuffarsi” in superficie tanto da sembrare invisibili. «Il modello di Vertical innovation proposto dall’Alto Adige – ha raccontato Chiara – significa tante cose, ma secondo me è soprattutto un invito a specializzarsi su verticalità specifiche, su mercati ben definiti ai quali offrire prodotti unici». Guarda in alto anche Luca Gentilcore di Leapfactory, azienda che progetta e realizza edifici ad alta efficienza e basso impatto: «Vertical Innovation – spiega – è un’immagine che per noi, che veniamo dalle montagne tra Piemonte e Valle d’Aosta, significa tantissimo. Le montagne sono il nostro laboratorio: le condizioni estreme, il dialogo con una natura forte e incontaminata ci aiutano a creare prodotti di eccellenza assoluta». Dalla Puglia arriva invece l’esperienza di Gemanco Design, azienda di Modugno (Bari) che produce mosaici e rivestimenti in resina ad altissimo livello di personalizzazione: «Il concetto di Vertical Innovation – racconta la sales manager Romina Ripani – rappresenta una sfida chiara: quella a non smettere mai di fare ricerca e sviluppo, a guardare sempre un po’ più in alto e a offrire prodotti sempre nuovi al mercato».
Vertical Innovation. IDM Sud Tirol AltoAdige. 14 Giugno 2016

ILOOXS Solar Tech. The new era of Photovoltaic.

la-solar-bag-di-costume-national_reference

ITA/ E’ giunto il tempo per vedere la tecnologia solare nella moda? Forse si. In realtà è già stato usato il fotovoltaico su accessori di moda, abbigliamento e altri prodotti, integrandolo nel miglior modo possibile. Noi ricordiamo il caso di Ennio Capasa, ex fondatore e direttore creativo di Costume National, che fu il marchio che vendette più borse solari di alto livello in assoluto nel mondo. La tecnologia solare è stat usata nei costumi da bagno, in accessori pratici per la ricarica di smartphone, tablet e altri gadget elettronici, ma l’effetto estetico non è mai stato soddisfacente.

15775_449380918555586_1192172574542531278_n

ILOOXS, è il nome di un gruppo di ricercatori italiani fondato nel 2013, che ha sviluppato una tecnologia per creare celle solari invisibili. Si è davvero pazzesco. Attualmente la versione sperimentale è in fase avanzata e la tecnologia dovrebbe essere pronta per il mercato entro gli ultimi mesi del 2016. Il team ha dichiarato che la tecnologia verrà applicata a prodotti di lusso inizialmente, grazie all’elevata efficienza e alla qualità del design garantito da un processo al momento costoso, che non sarà di certo un problema per le persone di un certo livello, che spendono molto denaro per avere sempre prodotti unici ed estremamente esclusivi.

(BLAGGANDO.com – 20 Maggio 2016)